Cani, gatti e mal d’auto

Cani, gatti e mal d'auto
Cani, gatti e mal d’auto

Rimedi naturali per prevenire il vomito.

«Finalmente si stanno avvicinando le vacanze, che ovviamente passerò con la mia Ambra, cagnolona di circa 5 anni. Ambra però ha un problema: ogni volta che ci spostiamo in auto, dopo pochi minuti vomita. Anche quando si tratta di fare solo qualche chilometro, e anche se non sembra per niente agitata. Certe volte, se il viaggio è lungo, il vomito si ripete anche una volta arrivati a destinazione. C’è qualche rimedio per questo problema?». (Carlotta)

Il mal d’auto, ovvero la chinetosi, può manifestarsi con tanti modi e sfumature diverse. Ansia, nausea, ipersalivazione, vomito, dolori addominali, di cui gli animali soffrono piuttosto frequentemente e anche durante brevi tragitti. È il caso ad esempio di Johnny, che manifestava un eccesso di tensione, superato grazie ai Fiori di Bach!

Esistono diversi tipi di farmaci che hanno effetto sulla chinetosi, ma spesso creano all’animale una profonda sonnolenza che permane poi anche per diverse ore dopo l’arrivo a destinazione. L’utilizzo di questi farmaci quindi può tornare utile nel caso di lunghi viaggi (soprattutto in aereo o in nave) ma si rivela del tutto inadeguato nelle brevi e medie distanze. Senza contare che ai gatti possono creare un effetto paradosso: anziché calmarsi, sono ancora più agitati, peggiorando la situazione.

Se l’animale ha tendenza a vomitare, succede di solito che venga tenuto a digiuno prima del viaggio, nella convinzione che a stomaco vuoto i sintomi si attenuino, oppure semplicemente per evitare ulteriori disagi nella pulizia. È bene invece dargli da mangiare qualche boccone asciutto, in modo da tamponare i succhi gastrici.

Un aiuto naturale che non altera la vigilanza è dato dallo Zenzero, conosciuto anche come Ginger. Questa pianta medicinale è conosciuta da sempre per le sue proprietà antiemetiche, è in grado di prevenire efficacemente il vomito, così come l’ipersalivazione e lo stato di irrequietezza che di solito è accompagnato alla nausea.

Poiché la pianta fresca ha una notevole nota piccante, va somministrato l’estratto secco: da 25 mg per gatti e cani di taglia piccola a 75 mg per cani di taglia grande, mezz’ora circa prima della partenza e poi ogni due / tre ore durante il viaggio.

Anche il Rescue Remedy rimane sempre un rimedio eccellente, a cui vanno aggiunti però altri due rimedi floreali: Elm per superare la sofferenza data dagli spazi angusti, e Scleranthus per la nausea legata al movimento. Se necessario possono essere aggiunti anche altri rimedi, in base ai comportamenti specifici del proprio animale.

Fra i rimedi della Floriterapia troviamo anche Travel, una miscela di fiori australiani del Bush appositamente studiata per lo scopo. Entrambe le preparazioni possono essere nebulizzate intorno all’animale più volte durante il viaggio, oppure somministrate in gocce: 4 gocce ogni 10 – 15 minuti circa secondo la necessità, iniziando mezz’ora prima della partenza.

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>