CASERTA E LATINA: 6° giorno tour C.D.

Don Primo fra Ileana, Alessandro e i suoi cani

Caserta e Latina: 6° giorno di
Tour Carrellini Disabili

“Il mio sesto senso… Non sbagliava nemmeno questa volta! Un altro Uomo meraviglioso, certamente una delle esperienze più toccanti della mia vita. Grazie dal profondo del mio cuore Don Primo!
(Alessandro detto Il Mago)

Ecco, potrei anche chiudere qui l’articolo per stasera, sarebbe comunque completo delle parole più importanti. Così come Alessandro mi ha confessato che potrebbe anche tornarsene a casa, e tutto il viaggio fatto fin’ora avrebbe comunque raggiunto il suo significato più completo.

Don Primo, originario di Piacenza ma casertano da moltissimi anni.
Lo si può vedere girare fra casa e chiesa, sempre circondato dai suoi cani. Come fossero la sua ombra, lo seguono fedelmente. E se lui si assenta, lo attendono sulla soglia, fiduciosi. Niente sembra poterli distogliere da questo prezioso incarico.

Sono sette le creature che rallegrano il sagrato, ma una di queste, l’anima più bella, è nascosta agli occhi della gente. In camera, vicino al letto di Don Primo, confortato da un caldo termosifone, vive un cane disabile completamente paralizzato: è stato preso a calci quand’era cucciolo, racconta Don Primo ad Alessandro, seduti uno fianco all’altro.

Posso solo immaginare la calda atmosfera creata dalle parole di quest’uomo, che rispetta tutto il Creato, seguendo gli insegnamenti lasciati da San Francesco d’Assisi.

Ogni cane vissuto al suo fianco, è sepolto in un piccolo cimitero personale, con la propria targhetta a ricordarne il nome ed il passaggio in questa vita terrena. Ma non solo. Ogni cane vissuto al suo fianco, passato o presente, Don Primo ha voluto che venisse raffigurato in un quadro, e tutti i dipinti poi appesi nel santuario. Perché questi sono i Santi da cui si sente protetto!

Tutti i fedeli sono ormai abituati a questa bestiale presenza, e ogni tanto qualcuno borbotta che in chiesa però non ci dovrebbero stare. Ma Don Primo se ne infischia, e li fa pure entrare in confessionale. Forse è per questo, dice, che alla gente danno tanto fastidio: perché ascoltano e conoscono tutti i loro peccati commessi!

Un lungo abbraccio, anzi no… Tanti abbracci, perché uno solo non è sufficiente a raccontarsi tutto quello che non c’è stato il tempo di dire.

I Carrellini Disabili devono ripartire, alla volta di Roma dove si fermeranno per ben due giorni.

*     *     *     *     *

Attenzione: domani, venerdì 23, gli impegni del Mago saranno così numerosi che non ci sarà il tempo per il nostro consueto riassunto della giornata!

Avrete però l’occasione di sapere tutto in diretta,
ascoltandolo dalla stessa voce del Mago.

Appuntamento alle ore 20:30
con il programma “MIA – Mondo Intorno agli Animali”:
cliccate sul sito di Umbria TV,
e seguite in streaming l’intervista telefonica a Carrellini Disabili!

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>