Guardiamoli negli occhi

Guardiamoli negli occhi

L’autunno sembra ancora lontano: Fido si rallegra delle passeggiate più lunghe in nostra compagnia, mentre Micio si rotola nel prato e va a caccia di piccole prede.

In questo periodo possono comparire piccoli disturbi agli occhi: polvere e altri piccoli corpi estranei possono dar loro fastidio, e creare un eccesso di lacrimazione. Ecco come aiutarli.

Camomilla: pianta comune e dalle mille virtù, è lenitiva, antinfiammatoria, antispasmodica. Mettete un cucchiaio di camomilla in una tazza di acqua bollente, e lasciatela in infusione per almeno 20 minuti. Quando si sarà raffreddata, utilizzatela per pulire bene gli occhi del vostro animale, aiutandovi con un po’ di cotone, un bastoncino cotonato, oppure delle stoffa molto morbida. L’operazione dovrà essere delicata come una carezza, altrimenti si corre il rischio che l’animale si spaventi e non ci lasci più fare altri tentativi.

Eufrasia (Euphrasia Officinalis): antinfiammatorio, da tener presente per lavaggi e impacchi oculari. Si riferisce a tutte le manifestazioni allergiche degli occhi, ma anche nei problemi di congestione a naso, gola, orecchie: lacrimazione, congiuntivite, raffreddore, sinusite, bruciore, arrossamento, irritazione.

Si usa solo in situazioni di tipo acuto, come rimedio di pronto soccorso e per applicazioni esterne. Il collirio di Eufrasia si trova facilmente in commercio, ma se avete in casa la Tintura Madre potete prepararvelo facilmente: la dose in questo caso è di 20 gocce in un bicchiere di acqua sterile, oppure in soluzione fisiologica.
Nel caso l’animale si lecchi ed ingerisca qualche goccia, non si corre nessun rischio.

Argento colloidale: molto conosciuto ma non sempre facile da reperire, il modo più semplice per acquistarlo è controllare il catalogo dei negozi on-line di articoli per animali di vostra fiducia. Antibatterico eccezionale, può essere utilizzato anche puro come collirio, qualche goccia direttamente negli occhi, così come per impacchi e lavaggi, e l’applicazione può essere ripetuta più volte al giorno.

Attenzione a non sottovalutare i sintomi! Le malattie degli occhi possono avere conseguenze molto gravi. Andiamo subito dal veterinario se il disagio persiste, oppure in presenza dei seguenti sintomi:

  • Quando l’animale tiene un occhio semichiuso o chiuso;
  • Quando l’occhio sembra chiuso da una membrana bianca;
  • Quando i tessuti (palpebre,e non solo) intorno all’occhio sono gonfi e sembrano impedirne la corretta apertura;
  • Quando il globo oculare risulta ingrandito;
  • Quando le mucose attorno all’occhio sono arrossate .

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>