I cuccioli di Vegan

Vegan, Jill e Phipps

Credo che la Festa della Mamma dal prossimo anno dovrebbe essere festeggiata il 27 luglio.

Il giorno in cui sono iniziati gli affidi dei piccoli fortunati beagle, non più detenuti nei capannoni di Green Hill.
Il giorno in cui l’utopia di poche centinaia di attivisti è divenuta realtà, ed ha sconfitto una multinazionale americana.
Il giorno in cui è stata liberata Vegan, la prima ad uscire: una fattrice costretta per anni a partorire strumenti per la vivisezione.

Ora Vegan è nuovamente mamma: la vedete nella foto insieme ai sui piccoli Jill e Phipps, che dormono insieme dopo una bella ma stancante poppata di latte!

I due piccoli beagle sono gli unici reduci di una cucciolata sfortunata, che ha visto un cucciolo nato morto e ben due troppo deboli. Si sono spenti poche ore dopo il parto, nonostante le cure. Con molta probabilità queste condizioni dei cuccioli dipendono dai tanti parti a cui è stata costretta Vegan nella sua vita di 4 anni dentro i capannoni di Green Hill, dove per l’azienda era solo una macchina da riproduzione.

Ai due piccoli sono stati dati dei nomi speciali: in ricordo di una persona importante che ha dato la sua vita per la Liberazione Animale.
Jill Phipps è stata molto attiva nel movimento inglese tra la metà degli anni ’80 e la metà degli anni ’90. Poi il 1 febbraio del 1995 è stata uccisa, travolta da un camion per il trasporto di animali davanti all’aeroporto di Coventry, durante una protesta contro il trasporto di vitelli verso la macellazione in paesi del continente, i cosiddetti “live exports” che tante proteste stavano attirando in Inghilterra.
La morte di Jill, una tragedia che ha scosso il movimento di tutto il mondo, ha portato ad una escalation di quella lotta, vinta soli tre mesi dopo.
L’invito è quello di non darsi mai per vinti, di credere sempre nelle proprie possibilità, nel potere delle proprie scelte.
Oggi Vegan, Jill e Phipps ringraziano coloro che hanno creduto, che hanno lottato con ogni mezzo, per farli nascere fuori dal lager!
Contro lo specismo – Per la liberazione animale
www.fermaregreenhill.net

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>