Rimedi anti zanzare (e anti mosche)

Rimedi anti zanzare

L’estate sta finendo, ma le zanzare non se ne vanno affatto: una compagnia che può risultare decisamente molto fastidiosa!

Per evitare il proliferare di questi insetti, abbandoniamo i tradizionali insetticidi chimici, dannosi per noi e per l’ambiente, e preferiamo piuttosto accorgimenti molto semplici ma proprio per questo spesso dimenticati.

Eccone alcuni:

-      Creiamo innanzitutto l’ambiente ideale alla vita di pipistrelli e libellule, principali predatori naturali.

-      Evitiamo i ristagni d’acqua. Dove sia impossibile farlo (ad es. tombini, fossati, ecc) possiamo gettare alcuni centesimi di rame, che rilasciando ioni e ossido di rame impediscono la schiusa delle uova.

-      In commercio si trovano tessuti repellenti. Se non vogliamo fare acquisti costosi, ricordiamo che i colori più attrattivi sono nero e rosso; molto meglio vestirci di bianco.

-      Alcuni alimenti creano nel nostro sudore un odore sgradito agli insetti: aglio, peperoncino, lievito di birra e vitamina C. Meglio stare attenti a non esagerare, perché spesso l’odore risulta sgradito anche agli esseri umani!

-      In giardino o in terrazza possiamo coltivare gerani odorosi, lavanda, citronella, menta, rosmarino, basilico… Tutte piante sgradite alle zanzare, e piacevoli per noi.

-      Capitolo a parte merita la Catambra®, pianta odorosa e repellente che sembra non essersi rivelata però molto funzionale: oltre ad essere costosa, il suo raggio d’azione è solo il doppio rispetto alla chioma.

-      Per il corpo e per l’ambiente, possiamo utilizzare la stessa emulsione molto efficace: olio di Neem arricchito da qualche goccia di oli essenziali sinergici.

-      Per il dopo puntura, vanno bene i più comuni oli alle erbe officinali.

E se oltre alle zanzare, la vostra casa ospita anche troppe mosche, ecco qualche altro consiglio:

-      Tenere sul tavolo delle fette di limone, a cui sono stati infilati chiodi di garofano.

-      I granelli di pepe hanno odore per loro molto sgradito, quindi è sufficiente tenerne una ciotola nella stanza in cui soggiornate più spesso, rinnovandolo quando finisce l’effetto.

-      Spruzzare su pareti e tessuti, una soluzione di acqua, aceto bianco, e alcune gocce di olio essenziali a scelta fra cui menta, eucalipto, limone, pino, citronella.

-      Una soluzione originale, ma non proprio innocua per le mosche, è anche la DIONAEA, o Venere Acchiappamosche, pianta carnivora che se ne ciba volentieri!

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>