Burger di lenticchie

Burger di lenticchie
Burger di lenticchie

Un modo diverso per mangiare i legumi? I burger di lenticchie sono saporiti, facili da preparare, e rappresentano un’alternativa economica e più sana ai burger pronti che troviamo in commercio.

Ingredienti:

  • 250 gr di lenticchie
  • Una cipolla
  • Due pomodori maturi, oppure salsa di pomodoro già pronta
  • Pangrattato oppure farina di ceci
  • Noce moscata
  • Olio extravergine d’oliva
  • Sale e pepe
  • Facoltativo: capperi, pomodori secchi, semi di sesamo

Iniziamo con la scelta delle lenticchie: rosse, grandi, piccole… Vanno bene tutte! Le Beluga (piccole e nere) possono essere cucinate senza ammollo. Tutte le altre invece devono essere lasciate in acqua almeno 4 ore prima di essere cotte.

Sciacquate e scolate le lenticchie gettando l’acqua di ammollo. In una pentola capiente, fate un soffritto di cipolla con olio extravergine d’oliva. Aggiungete le lenticchie e i pomodori tagliati a cubetti (oppure la passata). Coprite con un coperchio e lasciate cucinare almeno 20 minuti, aggiungendo acqua quando necessario.

Al termine della cottura, aggiungete sale, pepe e noce moscata. Lasciate raffreddare e poi versate tutto in un robot da cucina. Frullate le lenticchie, riducendole in crema, e aggiungete qualche cucchiaio di pangrattato (oppure farina di ceci) fino ad ottenere un composto denso e consistente abbastanza per formare i burger.

Per rendere il composto più saporito, si possono aggiungere altri ingredienti: olive, capperi, pomodori secchi sott’olio, oppure basilico. Tutto quello che vi suggerisce la fantasia!

Rovesciate tutto in una terrina e prendete un pò di composto con le mani: fatelo girare fra i palmi formando delle polpette, da mangiare così oppure da schiacchiare formando dei burger.

Passate i burger nel pangrattato, oppure nella farina di ceci, oppure ancora nei semi di sesamo per un risultato più saporito e croccante. Passate poi in una padella, oppure al forno, con un filo d’olio.

I burger possono anche essere surgelati, e passati in padella all’occorrenza, senza bisogno di essere scongelati in anticipo.

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *