Vellutata di topinambur con lenticchie

Vellutata di topinambur con lenticchie
Vellutata di topinambur con lenticchie

Un’idea originale per il cenone dell’ultimo dell’anno, nel pieno rispetto delle tradizioni.
Questa vellutata mi è uscita per caso, come cena rimediata all’ultimo momento in una serata particolarmente disastrosa.

Di conseguenza non ho segnato le dosi precise, ma vale la regola generale delle zuppe: le verdure in cottura devono essere coperte abbondantemente dall’acqua, e se poi il risultato dovesse essere troppo liquido, potete addensare con qualche cucchiaio di farina di ceci (prolungando la cottura di 5 – 10 minuti), oppure di amido di riso.

Ingredienti:

  • 250 gr di lenticchie
  • Topinambur (circa 400 gr)
  • Fagioli cannellini
    (circa 100 gr di fagioli secchi già ammollati, oppure 200 gr di fagioli già cotti in scatola)
  • Brodo vegetale
  • Una cipolla
  • Sale e pepe
  • Olio extravergine d’oliva

Iniziate dalle lenticchie, che dovranno essere state in ammollo almeno 4 ore. In alternativa, si possono utilizzare le lenticchie Beluga (le trovate nei negozi di prodotti biologici), che sono piccole e non necessitano di ammollo.

Tritate la cipolla, e mettetene mezza in una pentola capiente con un filo d’olio: soffrigetela fino a qundo risulterà dorata. Nel frattempo, lavate bene le lenticchie e versatele nella pentola con la cipolla.
Lasciate cucinare per circa 25 minuti, aggiungendo acqua quando necessario.

Ora preparate la vellutata: in una pentola abbastanza profonda fate soffriggere l’altra metà della cipolla. Aggiungete i topinambur tagliati a pezzi e i fagioli (già ammollati per almeno 12 ore oppure già cotti in scatola), coprite tutto con brodo vegetale e lasciate cucinare: circa 15 minuti se utilizzate una pentola a pressione, 30 minuti in una pentola normale.

La parte più difficile è la pulizia dei topinambur: per sbucciarli ci vuole molta pazienza, ma se scegliete quelli biologici, sarà sufficiente lavarli per bene, tagliare dove necessario e potranno essere cucinati con la buccia!

Terminata la cottura, con un frullatore a immersione riducete tutto in crema.
A piacimento, si può aggiungere un bicchiere di latte vegetale per rendere la vellutata più cremosa.

Mettete la vellutata nei piatti, e al centro versate qualche cucciaio di lenticchie.
Aggiungete un filo d’olio d’oliva e qualche crostino, e servite.

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *