Dolori articolari: come intervenire

Dolori articolari: come intervenire
Dolori articolari: come intervenire

Se il nostro piccolo amico ha difficoltà di movimento,
come aiutarlo?

Dolori ossei e articolari possono affliggere tutti gli animali, a tutte le età. Per evitare ai nostri amici questo fastidio è indispensabile agire fin dai primi segnali, e cosa ancora più importante con la prevenzione, seguendo i semplici consigli dati nel precedente articolo.

Quando nonostante tutte le nostre attenzioni, il nostro piccolo amico comincia a manifestare difficoltà di movimento, allora è il momento di mettere in atto qualche altro accorgimento per aiutarlo.

Rialzare le ciotole dell’acqua e del cibo: per chi ha dolori cervicali o alle scapole, il piegare la testa in avanti per bere e mangiare si traduce in dolore. Fate in modo allora che le ciotole siano all’altezza del muso, in modo da evitare inutili e dolorosi sforzi.

La corretta alimentazione: i cani che soffrono di dolori di tipo artrosico, sono spesso in sovrappeso (non sempre invece gatti e conigli), quindi la prima cosa da fare è cercare di far mantenere il loro peso forma.

Aggiungete un cucchiaino di olio di semi di girasole o di lino, molto utili per contrastare le degenerazioni e le infiammazioni. Anche le vitamine del gruppo B non dovrebbero mai mancare.
Ai primi sintomi, e anche negli animali più predisposti per razza a fenomeni degenerativi della cartilagine, è utile usare per lunghi periodi un integratore di acidi grassi Omega3, così come vitamine A, E, C.

L’integrazione con la Fitoterapia: per i dolori che immobilizzano l’animale anziano, l’Artiglio del diavolo (Arpagophytum Procumbens) è un valido aiuto, meglio ancora se unito alla vitamina E.

L’Uncaria Tomentosa è ottima per dare una sferzata all’umore e al sistema immunitario: ha effetto tonico, immunostimolante e antinfiammatorio. La sua azione è amplificata e completata nell’abbinamento con Echinacea e l’estratto secco di Salice bianco (Salix Alba).

Boswellia Serrata: nella resina di quest’albero originario dell’India, esistono sostanze capaci di inibire alcuni enzimi coinvolti nelle infiammazioni croniche tipiche delle reazioni immunologiche e allergiche, così come nelle infiammazioni articolari e muscolari.

Un ulteriore aiuto è la Persea Americana, nota come Avocado: coltivato per i suoi frutti che sono un vero e proprio concentrato di energia, ricchissimo di potassio, fosforo, zolfo e magnesio, contiene vitamine E e B6 in alta concentrazione.

Attenzione: quanto riportato nella scheda non deve essere utilizzato in sostituzione di alcuna terapia medica, ma solo come suo supporto e dopo aver consultato il medico veterinario. L’auto-medicazione e’consigliabile solo in casi non acuti e di lieve entità.

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>